29/01/2019

 

DURATA: 9:30 – 13:30

 

SEDE: Via Mercalli, 11
00197 Roma

COSTO: € 150,00

 

 

RELATORI:
AVV.DANIELE BRACCI

 

PROGRAMMA

Inquadramento generale.
– Cenni sulla normativa di riferimento in tema di offerta tecnica (Direttive comunitarie e Codice dei Contratti);
– I nuovi principi in materia di offerta tecnica: la prevalenza del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e le ipotesi residuali di gare al massimo ribasso. Le pronunce recenti della giurisprudenza;
– Le Linee guida dell’ANAC in tema di offerta economicamente più vantaggiosa.

I criteri di valutazione.
– I possibili criteri qualitativi: la valutazione dei criteri ambientali minimi (CAM) e l’applicabilità delle norme sugli appalti verdi;
– Gli altri possibili criteri qualitativi;
– La distinzione tra criteri soggettivi e criteri oggettivi alla luce del nuovo Codice e della giurisprudenza recente. Le indicazioni dell’ANAC;
– La facoltà della stazione appaltante di prevedere ulteriori criteri: il rating di legalità e il rating di impresa;
– I limiti alle varianti in fase di gara.

Come impostare l’offerta tecnica.
– La corretta lettura dei documenti di gara;
– Come impostare la stesura della relazione tecnica;
– Indicazioni pratiche e consigli nella predisposizione dell’offerta tecnica.

Il procedimento di valutazione delle offerte da parte della Commissione.
– La valutazione degli elementi qualitativi: i criteri motivazionali;
– Il principio di ponderazione e l’attribuzione discrezionale dei coefficienti;
– La ripartizione del punteggio tra componente economica e tecnica;
– Il confronto a coppie;
– L’attribuzione dei punteggi alla componente economica secondo interpolazione lineare e formule non lineari.

La riparametrazione dei punteggi. La c.d. doppia riparametrazione.
– Casistica giurisprudenziale.

 

FINALITÀ DEL CORSO DI FORMAZIONE
Con l’entrata in vigore del nuovo Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. n. 50/2016, come modificato recentemente dal D.Lgs. n. 56/2017, c.d. “Decreto Correttivo”) il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ha assunto un ruolo di primo piano nell’affidamento delle gare pubbliche.
In base alle nuove norme, infatti, le Stazione Appaltanti possono utilizzare il criterio del massimo ribasso solo in via eccezionale, al ricorrere di requisiti tassativamente previsti dalla legge e per importi inferiori a determinate soglie.
In tale scenario, la conoscenza delle nuove regole, delle recenti indicazioni dell’ANAC e della giurisprudenza amministrativa formatasi sul punto diventa fondamentale per impostare correttamente un’offerta tecnica che risponda alle esigenze della stazione appaltante.
Altrettanto fondamentale diventa conoscere le regole e le procedure che le Amministrazioni devono osservare nel predisporre le griglie di valutazione e nell’attribuzione dei punteggi durante la gara.

DESTINATARI
Il Corso è rivolto a tutti gli operatori del settore: direttori, segretari, dirigenti, delle PA.

 

 

 

SEDE DEL CORSO: Via Giuseppe Mercalli, 11, 00197 Roma, Italia

SEDE DEL CORSO: Via Mercalli, 11 - Roma