27/03/2024

DURATA: 3 ore

09:30 – 12:30

MODALITA’ WEBINAR

COSTO: € 180,00

(oltre IVA, se dovuta)

PROMOZIONI e SOLUZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE
Contattaci per un preventivo personalizzato

 

RELATORI:

AVV. GIUSEPPE IMBERGAMO

AVV. VINCENZINA DIMA

 

Supplemento per Attestato di Partecipazione certificato in Blockchain: € 20,00
PROGRAMMA
  • Le finalità della progettazione secondo il nuovo Codice.
  • I livelli ed i contenuti della progettazione: progetto di fattibilità tecnico economico ed il progetto esecutivo.
  • La specifica disciplina transitoria di cui al comma 8 dell’art.225, per l’utilizzo “a finire” delle progettazioni definitive.
  • L’allegato I.7 ed i contenuti dei due livelli di progettazione, del quadro delle necessità e del documento di indirizzo della progettazione.
  • I Metodi e gli strumenti di gestione informativa digitale delle costruzioni: il BIM.
  • Le attività di verifica della progettazione, direzione lavori, coordinamento della sicurezza, verifica e collaudo.
  • L’utilizzo dei prezzari regionali per la quotazione dei progetti e l’allegato I.14.
  • Gli Incentivi alle funzioni tecniche.
  • La stabile strutturazione degli uffici tecnici delle amministrazioni per la qualificazione delle stazioni appaltanti e centrali di committenza.
  • L’affidamento esterno della progettazione e degli altri incarichi tecnici e le modalità di aggiudicazione dei contratti aventi ad oggetto servizi tecnici.
  • I soggetti legittimati a concorrere per gli affidamenti.
  • Le modalità di determinazione dei corrispettivi per le fasi progettuali da porre a base degli affidamenti e l’allegato I.13.
  • L’Appalto integrato.
  • Doppia qualificazione, progettuale ed esecutiva, del concorrente: le diverse modalità previste dal codice.
  • Modalità di aggiudicazione.
  • I Concorsi di progettazione.

FINALITÀ DEL CORSO DI FORMAZIONE

Il nuovo codice, di cui al d.lgs. 31 marzo 2023, n.36, interviene in modo importante sul tema progettuale portando da tre a due i livelli della progettazione da redigere ai fini dell’affidamento dei lavori e definendo in via generale i contenuti del progetto di Fattibilità Tecnico Economica.
Il decreto altresì liberalizza il ricorso all’appalto di progettazione ed esecuzione, per il quale viene ripristinata l’originaria definizione di appalto integrato.
Il tutto confermando la disciplina dell’affidamento a terzi degli incarichi tecnici, ancorché con modalità semplificate nel caso in cui il relativo importo non superi il valore comunitario, peraltro ripristinando gli incentivi per la progettazione interna.
Partendo dall’attività di progettazione il corso intende analizzare il quadro delle regole più recenti applicabili all’affidamento degli incarichi tecnici in genere, in coordinamento con gli ulteriori attori del processo realizzativo di un contratto pubblico.

 

DESTINATARI

– RUP, dirigenti e funzionari di stazioni appaltanti, Pubbliche Amministrazioni e Aziende pubbliche

– Fornitori e prestatori di servizi della P.A.

– Responsabili degli Uffici tecnici e delle gare di appalto di Enti pubblici e Centrali di committenza

– Responsabili tecnici ed amministrativi di imprese e soggetti privati operanti nel settore degli appalti pubblici

– Operatori economici

– Liberi professionisti