8/04/2020

DURATA: 09:30 – 13:30

MODALITA’ WEBINAR

COSTO: € 100,00

RELATORI:
AVV. EMILIA PISELLI
AVV. GIULIO NARDELLI

 

PROGRAMMA

• Definizione, natura e concetto: le limitazioni delle istanze risarcitorie negli appalti pubblici
• Le modifiche apportate dal DM 49/18: la radicale modifica dell’istituto, l’estensione agli appalti di servizi e gli effetti sugli appalti in corso di esecuzione
• Il rinvio al Capitolato delle stazioni appaltanti, problematiche
• Le istanze risarcitorie non qualificabili quali riserve
• Gli aspetti formali dell’iscrizione della riserva: forma della riserva e le tempistiche per la sua iscrizione ed esplicitazione
• Sedi principali delle riserve e, in particolare, l’ordine di servizio ed il registro di contabilità
• Quando è necessario apporre la riserva: i fatti continuativi e le altre ipotesi
• La sottoscrizione con dissenso degli atti contrattuali
• Valutazione degli effetti onerosi per le riserve amministrative e i limiti ai risarcimenti normativamente previsti
• Gestione delle riserve presentate dai subappaltatori
• Le controdeduzioni del direttore dei lavori
• La relazione riservata del direttore dei lavori e del collaudatore
• La modificabilità delle riserve iscritte
• Tipologie ed esempi di riserve, riserve tecniche e amministrative: (i) ritardo nella stipula del contratto, (i) diverso stato dei luoghi, (ii) errori progettuali, (iii) anomalo andamento e sospensione illegittima, (iv) ritardati pagamenti, (v) opere non contabilizzate, (vi) rilevanti modifiche alle lavorazioni e diverse modalità esecutive (incluso il cd. “appalto a regia”), (vii) varianti non riconosciute, (viii) fatti di forza maggiore e imputabilità ai terzi
• Cenni sul contenzioso: giudizio ordinario, transazione, arbitrato e accordo bonario

FINALITÀ DEL CORSO DI FORMAZIONE
Il DM 49/2018 e il D.Lgs 50/2016 – come modificato dal D.Lgs 56/2017 – hanno introdotto novità significative in materia di contabilità dei lavori pubblici e di gestione del contenzioso, innovando l’istituto delle riserve, dell’accordo bonario e della transazione. Il nuovo quadro normativo e regolamentare rende necessario chiarire e definire le incombenze dei soggetti coinvolte nelle procedure di appalto.

DESTINATARI
– RUP, dirigenti e funzionari di stazioni appaltanti, Pubbliche Amministrazioni e Aziende pubbliche
– Fornitori e prestatori di servizi della P.A.
– Responsabili degli Uffici tecnici e delle gare di appalto di Enti pubblici e Centrali di committenza
– Responsabili tecnici ed amministrativi di imprese e soggetti privati operanti nel settore degli appalti pubblici
– Operatori economici
– Liberi professionisti

SEDE DEL CORSO: Via Giuseppe Mercalli, 11, 00197 Roma, Italia

SEDE DEL CORSO: Via Mercalli, 11 - Roma