Per effetto dei Regolamenti Ue n. 1827, 1828, 1829 e 1830 del 30 ottobre 2019 (pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale del 31 ottobre 2019, L.279/27), dal 1° gennaio 2020 sono cambiate le soglie di rilevanza comunitaria per l’aggiudicazione degli appalti e delle concessioni (fissate dalle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE, 2014/25/UE e 2009/81/CE).
In base alla modifica dell’articolo 35, commi 1 e 2, del Codice dei contratti  (d.lgs. n. 50/2016), le nuove soglie passano dunque:
– per gli appalti nei settori ordinari e in quelli speciali, dagli attuali 5,548 milioni di euro a 5,35 milioni di euro;
– per gli appalti pubblici di forniture, di servizi e per i concorsi pubblici di progettazione aggiudicati dalle autorità governative centrali, dagli attuali 144 mila euro a 139 mila euro.