02/10/2019 – Approvata ieri dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia Gualtieri, la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (NaDef) 2019.
Con riguardo al settore dei Contratti Pubblici, l’intento è quello di rilanciare gli investimenti, pubblici e privati, “anche intervenendo sul complesso delle disposizioni normative con l’obiettivo di introdurre, nel rispetto delle direttive europee, strumenti di flessibilità che consentano la celerità delle procedure e la semplificazione documentale. Saranno riviste alcune disposizioni del Codice degli Appalti al fine di ottenere un quadro giuridico più lineare, che riduca l’incertezza interpretativa e applicativa, delineando chiaramente le responsabilità degli amministratori.”
Relativamente alle modifiche apportate dal recente decreto “Sblocca Cantieri”, è chiarito che le stesse “saranno oggetto di un costante monitoraggio per verificare il concreto impatto al fine di introdurre correttivi o integrazioni coerentemente con l’obiettivo di accelerare gli interventi programmati e in corso di realizzazione, contrastando, comunque, in ogni fase del procedimento, la corruzione e il pericolo di infiltrazioni della criminalità organizzata”. Previsti, inoltre, interventi di razionalizzazione e semplificazione sul Testo Unico dell’Edilizia, anche al fine di valorizzare la sostenibilità ambientale delle costruzioni e favorire i processi di riduzione del consumo del suolo e di rigenerazione urbana.