09/01/2019 – Nelle more di una complessiva revisione del Codice dei Contratti Pubblici, la Legge di Bilancio 2019, approvata a fine dicembre, ha previsto una deroga temporanea alle normali procedure di affidamento per i lavori sottosoglia.
In particolare, nel periodo dall’1 gennaio al 31 dicembre 2019 le stazioni appaltanti potranno procedere all’affidamento di lavori di importo compreso tra 40.000 euro e 150.000 euro (invece che tramite procedura negoziata con invito di 10 imprese individuate attraverso indagine di mercato o elenchi di operatori, con criterio di rotazione), mediante affidamento diretto previa consultazione, ove esistenti, di tre operatori economici (art. 36, comma 2, lett. a) D.Lgs. 50/2016i, integrato con le deroghe introdotte dall’art. 1, comma 912 della legge finanziaria 2019).