11/12/2019 – Ieri l’Aula della Camera ha approvato il disegno di legge di conversione, con modificazioni, del d.l. 14 ottobre 2019, n. 111, c.d. Decreto Clima, recante misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell’aria e proroga del termine di cui all’articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229.

In particolare, l’articolo 1 del provvedimento :

– disciplina le modalità di approvazione del Programma Strategico Nazionale per il contrasto ai cambiamenti climatici e il miglioramento della qualità dell’aria, in coordinamento con il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC) e con la pianificazione di bacino per il dissesto idrogeologico;

– delinea i contenuti del Piano e stabilisce l’obbligo delle PA di conformarsi agli obiettivi ivi previsti;

– istituisce un tavolo permanente interministeriale per l’emergenza climatica, specificandone la composizione e le funzioni.

Inoltre, l’articolo 1-bis, al fine di assicurare il coordinamento delle politiche pubbliche orientate al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile indicati dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 25 settembre del 2015, prevede che a decorrere dal 1° gennaio 2021 il CIPE sia ridenominato Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo sostenibile (CIPESS).