07/02/2019 – Dopo la fiducia posta dal Governo sul testo approvato dal Senato lo scorso 29 gennaio, nella giornata di oggi 7 febbraio l’aula di Montecitorio ha votato il disegno di legge di conversione del D.L. 14 dicembre 2018, n. 135, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la Pubblica Amministrazione.
L’approvazione è giunta all’esito di un lungo e travagliato percorso parlamentare, che ha visto crescere esponenzialmente, dopo il passaggio nelle Commissioni in Senato, il numero di emendamenti al testo (540, tutti proposti dall’opposizione, per un totale di ben 61 pagine), poi ridotti drasticamente di due terzi a seguito del veto – seppur informale – da parte del Quirinale su un provvedimento polemicamente definito “Omnibus”.

A seguito di tale complesso iter, nell’ambito del quale è stata altresì presentata – e respinta – questione pregiudiziale di costituzionalità, e del successivo passaggio “blindato” alla Camera, il Decreto (che ora consta di 28 articoli e 152 commi totali) è dunque legge.