10/05/2019 – Oltre 1700 gli emendamenti presentati alle Commissioni Lavori Pubblici e Ambiente del Senato al testo del d.l. n.32/2019.
In particolare, il MIT punta a velocizzare lo svolgimento delle procedure ed a sostenere le piccole e medie imprese del settore dell’edilizia; proposte misure di salvaguardia dalla responsabilità erariale, nell’ambito di gare per lavori sopra i 150 mila euro, per i funzionari pubblici (anche di Regioni ed enti locali), consentendo il controllo preventivo della Corte dei Conti e prevedendo l’esclusione della colpa grave.
Ulteriori proposte di modifica avanzate dal Ministero riguardano: per le imprese in concordato, il pagamento diretto dei subappaltatori senza la necessità dell’autorizzazione del Tribunale; una specificazione della fattispecie di esclusione dalla gara per mancato adempimento degli obblighi fiscali e previdenziali; la verifica in house dei progetti per interventi fino a 20 milioni di euro.